Gradale Barbera d'Asti DOCG
Suolo ed esposizione
Gradale proviene da diverse particelle la cui caratteristica comune è il suolo, la tipica marna calcarea color nocciola, le giacitura varia da sud-est a sud-ovest.
Vigneto
Barbera da selezione parte massale e parte clonale piantate tra il 1955 e il 1978 con densità di impianto di 5.000 ceppi/ha. Le viti hanno radici profonde e una vegetazione equilibrata, producono con costanza e moderazione. In qualche annata il corno silice aiuta a moderare il calcare così ché le uve siano ricche ma anche bilanciate.
Vinificazione e Affinamento
L'uva viene vinificata in tini di cemento e la fermentazione è spontanea, la macerazione sulle bucce dura circa 3 settimane. L'affinamento avviene in barriques di terzo passaggio, la durata dipende l'annata. Come previsto dal disciplinare di Renaissance des Appellations i vini non subiscono trattamenti né chiarifiche. L'unico coadiuvante enologico ammesso è la solforosa presente in dosi inferiori a 70 mg/lt.
Degustazione
Gradale è l'espressione classica della Barbera che cresce sul calcare, profondo e morbido, con il frutto in armonia con le spezie. Un vino vivo e sensibile, che può aprirsi ma anche chiudersi secondo il ritmo delle stagioni. Se succede che sia un po' introverso, niente paura basta lasciarlo respirare qualche ora e aspettare pazientemente perché possa esprimersi al meglio.